' ); ?>

SISTRI – Esenzione per imprese fino a 10 dipendenti

SISTRI -  Esenzione per imprese fino a 10 dipendenti – Pubblicato il Decreto Ministeriale n. 126 del 24 aprile 2014.

Ecco le principalo novità introdotte dal Decreto Ministeriale n. 126 del 24 aprile 2014:

Contributo SISTRI
- Slitta al 30 giugno 2014 il termine per il pagamento del contributo SISTRI

Soggetti produttori di rifiuti speciali pericolosi ancora tenuti ad aderire SISTRI:
a) gli enti e le imprese produttori iniziali di Rifiuti Speciali Pericolosi da attività agricole ed agroindustriali con più di dieci dipendenti. Esclusi, indipendentemente dal numero dei dipendenti,  i “piccoli imprenditori agricoli” (articolo 2135 del codice civile) che conferiscono i propri rifiuti nell’ambito di circuiti organizzati di raccolta (ex art. 183,c.1, l. pp) del D.Lgs. 152/2006;

b) gli enti e le imprese con più di dieci dipendenti Produttori Iniziali di Rifiuti Speciali Pericolosi provenienti da attività di demolizione, da lavorazioni industriali e artigianali, da attività commerciali, di servizio e sanitarie;

c) gli enti e le imprese produttori iniziali di Rifiuti Speciali Pericolosi che effettuano attività di stoccaggio ex art. 183, c. 1, l. aa) del D.Lgs. 152/2006 (R13/D15);

d) gli enti e le imprese che effettuano la raccolta, il trasporto, il recupero, lo smaltimento dei Rifiuti Urbani nella Regione Campania.

e) gli enti e le imprese produttori iniziali di Rifiuti Speciali Pericolosi da attività di pesca professionale e acquacultura.

Gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che non saranno obbligati ad aderire al SISTRI ovvero che non vi aderiranno volontariamente, continueranno a gestire gli adempimenti e gli obblighi relativi alla tenuta dei registri di carico e scarico e del formulario di identificazione di cui agli articoli 190 e 193 del  D.lgs.  n. 152 del 2006 e successive modificazioni ed integrazioni.

I commenti sono chiusi